Coppa di Lega (hockey su pista)

Coppa di Lega
Altri nomiFederation Cup
SportRoller hockey pictogram.svg hockey su pista
Tiposquadre di club
FederazioneFISR
PaeseItalia Italia
OrganizzatoreFederazione Italiana Hockey e Pattinaggio
TitoloDetentore della Federation Cup
Cadenzaannuale
Aperturaaprile
Chiusuragiugno
FormulaGirone all'italiana + eliminazione diretta
Storia
Fondazione1984
Numero edizioni8 al 2019
DetentoreSarzana
Record vittorieNovara (3)

La Coppa di Lega, dal 2017 nota anche come Federation Cup o Coppa della Federazione[1][2], è una competizione italiana di hockey su pista riservata alle squadre di club.

La manifestazione non si è svolta con periodicità regolare e ha conosciuto diversi cambiamenti nella formula nonché nei criteri di ammissione[3].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Un primo torneo con la denominazione di «Coppa di Lega» fu disputato nel giugno del 1985[4] e si concluse con la vittoria del Follonica[5].

Successivamente, a partire dal 1998-1999, la Lega Nazionale Hockey organizzò una manifestazione strutturata a cadenza annuale, che si svolse per quattro stagioni consecutive ed era circoscritta alle squadre partecipanti al massimo campionato[3].

Nel 2009-2010 ebbe luogo un'edizione speciale del torneo, promossa con la finalità di sperimentare il nuovo regolamento internazionale dell'hockey su pista, entrato in vigore nel settembre 2009. La competizione, a cui presero parte tutte le società italiane di ogni categoria, vide il successo finale dell'Amatori Lodi[6].

Nel 2017 la FISR dispose la reintroduzione della Coppa di Lega con la denominazione di «Federation Cup»; sono tenuti a partecipare al torneo – programmato per la parte conclusiva della stagione agonistica – tutti i club italiani, fatta eccezione per quelli partecipanti alle semifinali dei play-off scudetto, ai play-off di Serie A2 e alla fase finale di Serie B[1][2].

Le Coppe di Lega "minori"[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1996-1997 al 2008-2009 fu disputata anche la Coppa di Lega riservata alle compagini di Serie A2 e, dal 2002-2003 al 2010-2011, quella riservata ai club di Serie B[7].

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Edizione Campione Finalista Finale
Punteggio Sede
1984-1985 (1ª) Follonica Reggiana[8] girone all'italiana ?
1986-1998 Edizioni non disputate
1998-1999 (2ª) Novara Primavera Prato 5-2 Novara
1999-2000 (3ª) Novara Primavera Prato 3-1 Novara
2000-2001 (4ª) Novara Bassano 54 3-1 Prato
2001-2002 (5ª) Primavera Prato Modena[9] girone all'italiana ?
2003-2009 Edizioni non disputate
2009-2010 (6ª) Amatori Lodi Bassano 54 6-2 Lodi
2010-2017 Edizioni non disputate
2017-2018 (7ª) Sarzana Bassano 7-1 Sandrigo
2018-2019 (8ª) Sarzana UVP Bassano 7-0 Correggio

Riepilogo vittorie per squadra[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Titoli Edizioni
Novara 3 1998-1999, 1999-2000, 2000-2001
Sarzana 2 2017-2018, 2018-2019
Follonica 1 1984-1985
Primavera Prato 1 2001-2002
Amatori Lodi 1 2009-2010

Riepilogo vittorie per regione[modifica | modifica wikitesto]

Regione Titoli Squadre vincenti
  Piemonte 3 Novara (3)
  Liguria 2 Sarzana (2)
  Toscana 2 Follonica (1), Primavera Prato (1)
  Lombardia 1 Amatori Lodi (1)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Guida ai campionati 2017-2018, p. 72.
  2. ^ a b La Coppa di Lega 8 anni dopo, in Il Cittadino, 27 aprile 2018, p. 35.
  3. ^ a b Guida ai campionati 2017-2018, p. 27.
  4. ^ Virdi, vol. 1, p. 25.
  5. ^ Classifica Coppa di Lega 1984-1985, su rinkhockey.net.
  6. ^ Classifica Coppa di Lega 2010, su rinkhockey.net.
  7. ^ Guida ai campionati 2017-2018, pp. 27-28.
  8. ^ Seconda classificata nel girone finale.
  9. ^ Secondo classificato nel girone finale.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Guida ai campionati italiani di hockey su pista 2017-2018, Milano, Lega Nazionale Hockey, 2017, ISBN non esistente.
  • Paolo Virdi, 50 minuti di gloria. Gli anni moderni dell'hockey pista. Volume 1, Lodi, Lodinotizie, 2012, ISBN 978-88-908803-0-8.
  • Paolo Virdi, 50 minuti di gloria. Gli anni moderni dell'hockey pista. Volume 2, Lodi, Lodinotizie, 2013, ISBN 978-88-908803-1-5.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sport